fbpx
Menu Chiudi

fArti Museum: il progetto in collaborazione con il Liceo Artistico

Il fARTI MUSEUM, ponendosi in una logica altamente innovativa, si presenta come uno dei primi musei digitali totalmente interattivi.
Progettato dalla Fondazione Dignitatis Personae, in collaborazione con il Liceo artistico del Rosmini International Campus, grazie ad un contributo di Fondazione Cariplo, il museo prenderà le mosse dalla decennale esperienza maturata dalla partnership nell’ambito della realizzazione di mostre d’arte a carattere didattico-multimediale.
Il fArti Museum troverà la propria collocazione in un vero e proprio luogo della Cultura, quale sono appunto, da oltre un decennio, gli spazi e gli ambienti che la Fondazione Dignitatis Personae, ha allestito presso la Villa ottocentesca del “Buon pastore”, situata a Domodossola in via Canuto 12 e che per l’occasione vedrà il piano seminterrato interamente ristrutturato.
Inoltre, in questa sede, sono attualmente ospitati i laboratori del Liceo artistico del Rosmini International Campus, che con i suoi Atelier di pittura e scultura e gli studi audiovisivo-multimediali, dotati delle più innovative attrezzature informatico-digitali, conferiranno al museo stesso ulteriore livello di professionalità, oltreché di innovazione tecnologica. Gli studenti del Rosmini International Campus del Liceo Artistico, partner di progetto, saranno coinvolti, come attività extracurriculare, in tutte le fasi di progettazione e realizzazione delle esposizioni. Inoltre, saranno formati in qualità di guide agli itinerari artistici organizzati dalla Fondazione, in particolar modo per le mostre dedicate alle scuole e ai più piccoli. In questo modo faranno un’esperienza concreta, altamente professionalizzante e pratica. Utilizzando il metodo del learning by doing i ragazzi e le ragazze sperimenteranno, acquisiranno competenze, capacità di problem solving, lavoreranno in èquipe, apprendendo “nel fare”. Un’occasione esclusiva e professionalizzante per i nostri studenti.

Peculiarità del progetto, che si propone di avvicinare sempre più i giovani all’affascinante mondo dell’arte, e di farlo utilizzando linguaggi a loro sempre più consoni, è proprio quella di rendere i percorsi espositivi fruibili, non solo in modalità digitale di alta qualità, ma anche gestibili secondo una logica di totale interattività. Infatti, ai singoli fruitori verrà data l’opportunità di costruire in maniera del tutto autonoma e personale il loro percorso espositivo. Ciò sarà reso possibile grazie alla progettazione di un software appositamente realizzato ed in grado di gestire una banca dati di 10.000 immagini di opere d’arte, riorganizzate in sequenze tematiche strutturate secondo vari criteri, quali: singoli artisti, movimenti artistici, epoche d’arte, grandi collezioni e musei, città del mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *